Computer lib dream machines pdf

Torrentz will always love you. WOT Community Badge computer lib dream machines pdf updatestar.

XP, 32 bit and 64 bit editions. Simply double-click the downloaded file to install it. You can choose your language settings from within the program. Please forward this error screen to sharedip-1071800229.

In questo modo avrebbe potuto evidenziare parole, accedere ad ulteriori informazioni, senza essere costretto a leggere e assimilare il testo in ordine sequenziale. Memex trovava una sua prima concreta realizzazione attraverso l’elaboratore. Il sistema era una struttura aperta e modificabile dall’utente, e comprendeva un apparato di ipertesti sostenuto da un sistema di editing elettronico. Quando consultiamo un libro, la classica lettura utilizzata è sequenziale: leggiamo sempre in modo unidirezionale e unidimensionale. Tuttavia, a volte, sottolineiamo e appuntiamo alcuni concetti al fine di comprenderli meglio: in questo caso il nostro comportamento è di tipo ipertestuale. In un sito pubblico tutti possono accedere al contenuto ipermediale.

Tale struttura, attraverso le sue cartelle, deve rispecchiare la struttura logico-concettuale dell’Ipermedia. All’argomento principale si potrà far corrispondere la cartella principale del sito, e a ciascun sotto-argomento, sottocartelle situtate nella cartella principale, in cui inserire immagini, suoni, filmati. Gli ipermedia sono strumenti che permettono agli studenti di esplorare in libertà testi e informazioni, costruendo in proprio la conoscenza. Attraverso l’ipermedialità, infatti, il lettore si stacca dal classico libro, concettualmente non esiste più un inizio e una fine, ma può spaziare a suo piacere, seguendo i propri interessi. La creazione di un ipermedia, in qualsiasi contesto lo si pensi, è in grado di sviluppare la creatività, favorendo la costruzione di un prodotto concreto, di facile utilizzo, per esempio la creazione di storie o racconti multimediali.

Uno dei potenziali vantaggi che offrono gli ipertesti è proprio la praticità e la versatilità nella lettura dei contenuti. Lo studente viene invogliato ad imparare, sia producendo artefatti digitali come ad esempio video, presentazioni, mappe concettuali o altro, sia studiando da casa su elaborati digitali preparati dall’insegnante o già presenti in internet. L’integrazione tra ipermedialità e scuola probabilmente non è indolore, poiché le attività scolastiche tradizionali devono passare attraverso la Rete, elemento che spesso distrae. Tramite questo modello l’insegnante diventa mediatore tra gli studenti, le comunità e gli artefatti digitali generati, cercando anche di apportare valori etici e valoriali.

scroll to top